Lauree 2022: la ricerca sulle ecig argomento di interesse multidisciplinare

Si stanno concludendo le sessioni di laurea del secondo semestre 2022 e tra le tesi di laurea dei neo dottori torna di nuovo alta l’attenzione sulla ricerca antifumo. Al centro del dibattito accademico dell’Università di Catania gli strumenti utili e le terapie più efficaci per ridurre i danni causati dall’abitudine al fumo. 

Ginecologia, neurologia, chimica, fisica, giurisprudenza, in quasi tutti i Dipartimenti le commissioni di valutazione hanno assistito ad una proliferazione importante dei temi inerenti le patologie fumo correlate e i risultati portati avanti dai progetti di ricerca condotti all’interno del CoEHAR. 

Questa mattina, tra le altre, la dr.ssa Alessia Zimone ha conseguito la laurea in Biotecnologie con una tesi dal titolo: “Studio di Marker di disfunzione endoteliale da monociti e cellule endoteliali esposti a fumo di sigaretta”, incentrata sulle innovazioni introdotte dal progetto REPLICA coordinato anche dal prof. Massimo Caruso. 

Prof. Massimo Caruso, Università di Catania: “La dr.ssa Zimone ha contribuito ad evidenziare come il fumo di sigaretta, già in esposizioni acute, sia capace di agire sulle cellule circolanti del sistema immunitario. Questi marcatori saranno utili nella determinazione della riduzione del rischio di esposizione all’aerosol di sigarette elettroniche e riscaldatori di tabacco per la valutazione del rischio ridotto con i dispositivi alternativi alla classica sigaretta“.