Il CoEHAR apre le porte ai ricercatori ucraini

Il CoEHAR Centro di Ricerca per la Riduzione del danno da fumo dell’Università degli Studi di Catania, apre le porte ai ricercatori provenienti dai territori dell’Ucraina

#ScienceForUkraine, il CoEHAR è il primo centro di ricerca ad accogliere i ricercatori proveniente dall’Ucraina 

Catania, 15 Marzo 2022 – Il Centro di Ricerca per la Riduzione del Danno da Fumo, CoEHAR, dell’Università di Catania è il primo punto di accoglienza siciliano presente sul sito #ScienceForUkraine, il portale internazionale della scienza che accoglie le richieste dei ricercatori in fuga dall’Ucraina. 

Il  CoEHAR ha già ricevuto numerose richieste di ricercatori in arrivo dalle terre martoriate dalla guerra che potranno trovare rifugio e accoglienza professionale presso le strutture dell’ateneo.

Grazie alla collaborazione di diverse organizzazioni coinvolte, il Centro coprirà le spese di viaggio e di alloggio e darà ai ricercatori la possibilità di continuare a lavorare insieme ai colleghi del mondo accademico, usufruendo degli spazi dei laboratori siti presso la Torre Biologica di Catania. 

Non basta solo la solidarietà, dobbiamo concretamente aiutare questi scienziati a continuare a condurre il loro lavoro di altissima qualità scientifica dando tutto il nostro supporto” – così il direttore del CoEHAR, prof. Giovanni Li Volti.

La scienza è condivisione. Noi crediamo in una scienza fatta di buone idee e giuste collaborazioni ed è con questo spirito che continueremo a sostenere i ricercatori di tutto il mondo affinchè, in guerra ed in pace, possano trovare sempre il supporto giusto per dare al mondo le risposte che si aspetta” – chiude il prof. Riccardo Polosa, fondatore del CoEHAR.

I ricercatori che arriveranno in città potranno interagire professionalmente con tutti i ricercatori del CoEHAR nella conduzione dei progetti di ricerca internazionali già in corso e potranno anche proporne di nuovi. 

Per maggiori informazioni, si prega di inviare una mail a cr.coehar@unict.it

Articolo disponibile anche in lingua inglese